Lecce Social Innovation City - Maker Faire Rome - The Qube - Lecce
1300
post-template-default,single,single-post,postid-1300,single-format-standard,do-etfw,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Lecce Social Innovation City – Maker Faire Rome

Sul blog della Maker Faire Rome si racconta il percorso del progetto d’innovazione territoriale Lecce Social Innovation City ed i 4 progetti vincitori.

Iniziato ufficialmente a dicembre 2015, nelle Manifatture Knos di Lecce con quasi 200 presenze, che attraverso scelte consapevoli, sono diventate da oltre 120 a 30, a 10. Con idee valide, 4 cantieri d’innovazione, sono stati 6 mesi di coprogettazione, mentorship e confronto.

lesocinn sponsor

Lecce social innovation city: processi di innovazione fuori dal Comune” è stato un progetto promosso dal Comune di Lecce e cofinanziato da ANG (Agenzia Nazionale per i Giovani), ANCI (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) e IFEL (Fondazione Istituto per la Finanza Locale) nell’ambito del bando “Meet Young Cities: social innovation e partecipazione per i giovani dei comuni italiani”. Nato per promuovere pratiche di innovazione sociale sul territorio, con una particolare attenzione ai temi della cultura e del turismo, LeSocInn è stato sostenuto da un’ importante cordata di partner: Comune di Lecce, l’Associazione Diffondere Idee di Valore, Impact Hub Roma, Rena, Italia Camp, TheQube, Asset Camera.

Per quanto riguarda i cantieri tematici:

  • Mobilità,
  • Territorio,
  • Digitale
  • Servizi.

Sin dall’inizio i ragazzi sono stati guidati da mentor d’eccezione: Dario Carrera, Vincenzo Di Maria,  Antonio Perdichizzi, Riccardo Santilli, Annibale D’Elia, Rosanna Prevete, Marco Traversi, Stefano Cucca, Michele Melis, Fabrizio Samario, Salvatore Modeo. Senza dimenticare le guide interne al progetto: Gabriella Morelli, Alessandro Delli Noci, Raffaele Parlangeli. L’innovazione sociale dei progetti è passata attraverso i loro consigli, i raddrizzamenti di rotta, i punti interrogativi: tutto sta nel guardare le cose, le stesse cose di sempre, con occhi nuovi. Nel dettaglio, è stato affidato a noi il compito di analizzare le idee di business, seguire lo sviluppo dei model canvas, individuare i team più brillanti e promettenti.

Ora vuoi saperne di più sui progetti? Leggi direttamente l’articolo dal blog della Maker Fair Rome.

lesocinn2



 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi